Cos'è l'ozono e come funziona l'Ossigeno-Ozonoterapia?

L’ozono è la forma triatomica dell’ossigeno. In natura si forma sia per irradiazione ultravioletta sia mediante scariche elettriche atmosferiche.

Come potente disinfettante viene utilizzato nella potabilizzazione delle acque, nella disinfezione delle piscine, senza alcun effetto inquinante. Anche nel settore veterinario, nell'agricoltura e nell'industria ha numerose applicazioni.

In campo medicale è prodotto estemporaneamente al momento dell’uso da appositi macchinari.

Essendo un gas molto instabile e reattivo va usato immediatamente dopo il prelievo. Per l’organismo umano è tossico solo se respirato al di sopra di determinate concentrazioni.

L’Ossigeno-Ozonoterapia consiste nell’uso di una miscela di ossigeno e ozono per scopi terapeutici. 


EFFETTI BENEFICI DELL'OSSIGENO-OZONOTERAPIA 


- OSSIGENAZIONE: apporto di ossigeno ai tessuti, riattivazione del microcircolo ed ossigenazione periferica;
- ANTIOSSIDAZIONE: riattivazione dei sistemi difensivi enzimatici antiossidanti dell'organismo;
- DISINFEZIONE: azione debellante verso batteri, virus, funghi, parassiti.


PROPRIETA' TERAPEUTICHE:

- azione antinfiammatoria e antalgica;
- attivazione dei processi riparativi e rigenerativi;
- fluidificazione del sangue;
- immunostimolazione;
- immunomodulazione;
- riduzione della insulinoresistenza;
- stimolo de processi di detossificazione.

Esistono varie modalità di somministrazione a seconda della patologia da trattare, ma sostanzialmente distinguiamo:


* O2 - O3 TERAPIA LOCALE 

* O2 - O3 TERAPIA SISTEMICA (GAO - Grande Autoemoterapia Ozonizzata e PAO - Piccola Autoemoterapia Ozonizzata)


TERAPIA LOCALE

- Infiltrazioni

L'Ossigeno-Ozonoterapia viene utilizzata per infiltrazioni intramuscolari e paravertebrali, intrarticolari, sottocutanee e topiche. Tra le altre numerose problematiche, cura condropatie al ginocchio, protrusioni, ernie discali, strappi e distrazioni muscolari, lombalgie, sciatalgie, cervicalgie, lesioni tendinee, tendenti, perigastriti, epicondiliti, traumi sportivi. 

Si effettua anche sulle lesioni trofiche della pelle, quali piaghe da decubito, gangrene diabetiche.

Ha inoltre una dimostrata azione lipolitica, pertanto aiuta nel trattamento della lipodistrofia localizzata, volgarmente conosciuta come cellulite, nonché rigenerativa nel trattamento di cicatrici e cheloidi, psoriasi, acne. 


- Insufflazioni
Si effettuano insufflazioni rettali e vaginali con ozono mediante un piccolo sondino nel trattamento di disbiosi intestinali, rettocolite ulcerosa, candida.


TERAPIA SISTEMICA

- Grande Autoemoterapia Ozonizzata (GAO)

Consiste nel prelievo di una certa quantità di sangue dal paziente, nella sua miscelazione in un tempo ben definito con una quantità adatta di O2 - O3 ad una precisa concentrazione e quindi nella reinfusione nello stesso paziente: non si tratta pertanto di una emotrasfusione, bensì di una emodiluizione a circuito chiuso con reinfusione. 


- Piccola Autoemoterapia Ozonizzata (PAO)

La PAO si effettua attraverso un piccolo prelievo venoso (da 1 cc in su) che viene associato ad ozono, dinamizzato e iniettato per via intramuscolare ed intradermica nella stessa seduta.