CICATRICI e CHELOIDI 

L'Ossigeno-Ozonoterapia è efficace a livello locale anche nel trattamento di cicatrici e cheloidi: associata a SAT Terapia, può migliorare notevolmente il trofismo tissutale e la discromia cutanea. Ecco un caso esemplare di profonda cicatrice ed i risultati ottenuti dal dott. Giovannini in sole sette sedute.

Trattamento di sindrome aderenziale cicatrice post-chirurgica protesi d’anca: infiltrazione con ozonoterapia a cadenza settimanale.

Si noti il progressivo miglioramento nelle immagini che ritraggono la cicatrice a distanza di tre/quattro settimane l’una dall’altra.


CELLULITE 

Ottimi risultati si possono ottenere nella cura della lipodistrofia localizzata, sia a livello medico  estetico che terapeutico, in casi di cellulite grave associata ad altre patologie.
Il trattamento di Ossigeno-Ozonoterapia va effettuato con cadenza costante ed associato ad uno stile di vita ed abitudini alimentari corrette. 
Si osservi come il trattamento permetta un sollevamento e "scollamento" del tessuto, con azione lipolitica e, secondariamente, rigenerativa (neoangiogenesi). 

TELEANGECTASIE

La teleangectasia è la dilatazione di piccoli vasi sanguigni, generalmente superficiali. Si presentano come arborescenze sinuose di colore rosso vivo, rosso-bluastro, rosso-violaceo e appaiono visibili anche oltre l'epidermide. L'iniezione di ozono al suo interno permette uno schiarimento immediato. Il trattamento resiste circa sei mesi, prima che una la stessa o una nuova teleangectasia si palesi di nuovo.